laltratunisia.it

A Tunisi al via un progetto per un ambiente di lavoro sicuro per le donne giornaliste

Il progetto è stato lanciato recentemente dall'associazione Reporters Sans Frontières in collaborazione con il Sindacato nazionale dei giornalisti tunisini e con il sostegno del Fondo canadese d'iniziative locali.

55
2 minuti

COMUNICATO STAMPA – 9 novembre 2021

In occasione del lancio del progetto « Per un ambiente di lavoro sicuro per le donne giornaliste », avvenuto il 9 novembre 2021 presso la sede del SJNT, il Sindacato nazionale dei giornalisti tunisini, la sede in nord Africa di Reporters Sans Frontières (RSF) ha pubblicato i risultati di uno studio che mette in luce i principali ostacoli per l’attuazione dei meccanismi di protezione effettivi per le giornaliste tunisine a partire dalla Rivoluzione.

In Tunisia il giornalismo è un mestiere difficile. Per le tunisine, essere donne e giornaliste è una doppia difficoltà. Oltre ai pericoli riguardanti la professione, sono vittime di violenze basate sul loro genere sul luogo di lavoro. Lo studio « le violenze nei confronti delle donne giornaliste sul luogo di lavoro » ha rivelato che dieci anni dopo la Rivoluzione, la questione della sicurezza delle donne giornaliste non è presa in considerazione dai politici e i meccanismi di prevenzione, denuncia e sostegno in caso di molestie sul luogo di lavoro devono ancora essere attuati..

Si rivela così che i progressi per quanto riguarda l’uguaglianza di genere in Tunisia sul lato legislativo rimangono fragili : il fatto che la sicurezza delle donne giornaliste sia constantemente messa a duira prova ne è la perfetta illustrazione. « E’ inaccettabile che le donne giornaliste tunisine incontrino così tante difficoltà nell’esercizio del loro mestiere, sia sul campo che sul luogo di lavoro – si indigna Souhaieb Khayati, direttore dell’ufficio in Africa del Nord di RSF -. Oltre a sensibilizzare le donne giornaliste, questo progetto è indirizzato ai loro colleghi, il cui ruolo si rivela fondamentale per porre fine alle violenze basate sul genere nel settore dei media ».

Il progetto « Per un luogo di lavoro sicuro per le donne giornaliste » è stato realizzato con il sostegno del Fondo canadese di iniziative locali.

© Riproduzione riservata

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più