laltratunisia.it

« Magic rentrée » : il progetto di « Un enfant, des sourires » per sostenere gli studenti della scuola pubblica

Nata nel post Rivoluzione, l'associazione « Un enfant, des sourires » organizza ogni anno l'iniziativa « Magic rentrée », sostenendo l'acquisto per gli studenti più bisognosi del materiale scolastico. Un progetto quest'anno giunto alla sua undicesima edizione , aiutando 700 studenti di quattro scuole pubbliche tunisine.

238
3 minuti

« Da anni in Tunisia stiamo assistendo a un dibattito attorno alla scuola pubblica, che per molti ha sta perdendo la qualità del suo insegnamento, e molte famiglie, se ne hanno la possibilità economica, optano per la scuola privata. Noi volontari veniamo tutti dalla scuola pubblica tunisina, e vogliamo che si continui su questa strada, nonostante le difficoltà. Per questo motivo facciamo del nostro meglio per far sì che migliori, dal punto di vista strutturale e visivo». Meriam Hammami è la vicepresidentessa dell’associazione « Un enfant, des sourires » (« Un bambino, dei sorrisi »), nata nel 2011, nel post Rivoluzione, che si è posta sin da subito come obiettivo quello di aiutare i bambini dai 5 ai 12 anni che frequentano la scuola pubblica « per dare a tutti le stesse possibilità » e fare sì che « abbiano un bel ricordo della propria scuola ».

« Collaboriamo con il Ministero dell’Istruzione – racconta la giovane vicepresidentessa -, che ci fornisce una lista delle scuole dandoci l’autorizzazione ad entrare ed operarvi. La maggior parte delle volte scegliamo delle scuole situate nelle zone rurali o frontaliere, al confine dell’Algeria. Si tratta di scuole dove spesso non c’è nemmeno il pullmino per gli studenti, che devono percorrere a piedi diversi chilometri per frequentarle, e dove il tasso di descolarizzazione è molto alto. Andiamo sul campo, incontriamo il direttore, studiamo la situazione, vediamo ciò di cui gli studenti hanno bisogno e ci mettiamo al lavoro. Sono scuole in cui i direttori e gli insegnanti operano in situazioni molti difficili, ma con molto impegno». Ogni anno, in occasione del ritorno tra i banchi di scuola, la cosiddetta « rentrée », l’associazione lancia l’iniziativa « Magic rentrée », giunta quest’anno alla sua undicesima edizione. Un’iniziativa attraverso la quale si acquista il materiale necessario per il nuovo anno scolastico : cartelle, quaderni, libri, grembiuli (in Tunisia sono obbligatori), astucci, pastelli, pennarelli e così via.

Le cartelle per i bambini, acquistate all'ingrosso dall'associazione "Un enfant, des sourires"

« Normalmente sosteniamo circa 120 studenti per scuola, durante le edizioni passate siamo arrivati a 300 studenti totali. Quest’anno siamo davvero soddisfatti : 700 gli studenti che aiuteremo, di quattro scuole : la scuola primaria El Harcha nel governorato di Kairouan, sponsorizzata da un operatore telefonico ; e tre scuole nella regione di Jendouba : la scuoa Machrawa, la scuola Ouled Khemissa e la scuola Habib Rouiî, sponsorizzata da una società privata. Tra questi 700 studenti rientrano anche degli orfani :ci sono bambini che hanno perso recentemente i genitori a causa del Covid, ed altri che ci hanno segnalato le cui famiglie non possono permettersi questi acquisti. La situazione economica negli ultimi anni, anche a causa della pandemia, è peggiorata e i prezzi sono aumentati, anche quelli per le forniture scolastiche ».

La spesa dipende dalla classe frequentata, ma può arrivare anche a 200 dinari (circa 61 euro), cifre che possono sembrare irrisorie, ma che influiscono molto, soprattutto in famiglie dove spesso lavora solo una persona, non stabilmente, e con salari molto bassi, sui 400 dinari al mese (circa 121 euro), dove i figli sono spesso più di uno. Non è un caso che l’abbandono scolastico costituisca un problema non indifferente : secondo un rapporto pubblicato dal Ftdes, il Forum Tunisino per i Diritti Economici e Sociali, l’abbandono scolastico, tra il 2010 e il 2019, ha riguardato 977 mila 189 bambini. Nel 2019 il tasso di abbandono scolare è stato dell’1% per la scuola primaria, 9,8% per il liceo e 10% per l’insegnamento secondario. Il tasso di abbandono è più alto durante il 7° anno, circa il 55% degli studenti. L’abbandono scolastico riguarda nel 66% dei casi studenti e 33% studentesse ; i tassi di abbandono più alti si registrano nelle regioni marginalizzate, soprattutto quelle interne.

Una biblioteca costruita all'interno di una scuola primaria dall'associazione "Un enfant, des sourires"

« L’iniziativa si chiama Magic rentrée poiché cerchiamo di rendere questo momento qualcosa di magico, gioioso e divertente : andiamo nelle scuole e facciamo una piccola festa in cortile, con musica e giochi. Vogliamo che i bambini non sentano che hanno bisogno di noi, che non si sentano diversi dagli altri compagni : per questo motivo ad esempio impacchettiamo i libri con dei nastri e fiocchi colorati, di modo che sembri un regalo . Ogni anno siamo positivamente sorpresi dallo slancio di solidarietà che ci permette di rendere felici questi bambini, ogni volta troviamo una generosità incredibile da parte dei tunisini. Si tratta perlopiù di privati, in alcuni casi invece sono delle aziende che decidono di sostenerci . La reazione dei bambini è di gioia enorme».

Accanto al progetto della « Magic rentrèe », l’associazione « Un enfant, des sourires » ogni anno cerca di creare una biblioteca all’interno delle scuole, un modo per sensibilizzare gli studenti alla lettura : secondo un’ultima indagine del 2019, solo il 10% della popolazione tunisina nell’ultimo anno aveva acquistato un libro, e solo il 26% possiede dei libri al di là del Corano, libri scolastici e giornali. « Se la scuola ha una vecchia sala abbandonata o inutilizzata, la ristrutturiamo, altrimenti ne costruiamo una apposita. Nel’ultima biblioteca che abbiamo costruito, la decima, c’è anche uno schermo per poter vedere dei film. L’abbiamo costruita a Menzel Bouzelfa : l’ingegnere che lavora spesso con noi aveva espresso il desiderio di costruire una biblioteca nella scuola in cui studiava da piccolo e ci ha aiutato a realizzarla ». La raccolta fondi sarà attiva fino a fine mese sulla piattaforma Cha9a9a .

© Riproduzione riservata

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più