laltratunisia.it

Movimento 25 luglio: l’Europa non aiuta la Tunisia? Lo faranno i Brics

La Tunisia ha dato diverse opportunità all’Unione Europea per sostenerla economicamente, ma dato che quest’ultima ha tardato a farlo, il Paese si rivolgerà al gruppo Brics per ottenere dei finanziamenti.

725
< 1 minuto

Il portavoce del Movimento nazionale del 25 luglio, Mahmoud Ben Mabrouk, ha dichiarato, in una dichiarazione rilasciata oggi sabato 8 aprile alla radio Mosaique FM, che la Tunisia non cercherà di ottenere un prestito dal Fondo Monetario Internazionale e che si rivolgerà verso i Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), che gli permetteranno di ottenere i finanziamenti necessari: lo riporta Business News.

Ha precisato che ciò che afferma non deriva da un’analisi politica, ma piuttosto di informazioni reali basate su delle negoziazioni e dei contatti, e che nessuno gli impedisce di rilevare di più, se non il dovere di riservatezza.

Mahmoud Ben Mabrouk ha confidato che le dichiarazioni del Presidente Kais Saied a Monastir riguardanti il FMI si basano su queste informazioni che sono state sostenute dal Presidente algerino Abdelmajid Tebboune. Ha sottolineato che la Tunisia ha dato diverse opportunità all’Unione Europea per sostenerla economicamente, ma che quest’ultima ha tardato a farlo e ciò ha spinto la Tunisia a rivolgersi al gruppo Brics per ottenere dei finanziamenti. 

© Riproduzione riservata 

Sostieni il nostro lavoro, basta un click!

INSERT_STEADY_CHECKOUT_HERE

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più