laltratunisia.it

Nel 2022 la Tunisia ha pagato 15 miliardi di dinari per importare energia

274
< 1 minuto


Secondo la Banca Mondiale, le importazioni di energia ammontavano al 50% della domanda in Tunisia nel 2022 (contro il 7% nel 2010) e questa cifra ha portato il conto totale delle importazioni a 15 miliardi di dinari, scrive Webdo.tn

In un Bulletin de Conjoncture sulla Tunisia “Riformare i sussidi energetici per un’economia sostenibile” (primavera 2023), la BM ha sottolineato che “i sussidi energetici hanno costituito una spesa significativa nel bilancio di Tunisi“.

I sussidi hanno rappresentato in media il 6,4% della spesa pubblica e il 2,14% del PIL nel periodo 2011-2021“, ma questi oneri sono aumentati, con il recente aumento dei prezzi mondiali delle materie prime, fino a coprire nel 2022 il 5,3% del PIL e il 15% della spesa pubblica, nel 2022.

La WB ha sottolineato “la crescente dipendenza della Tunisia dalle importazioni di energia” affermando che le importazioni di energia ammontavano al 50% della domanda in Tunisia nel 2022, conclude il portale.


INSERT_STEADY_CHECKOUT_HERE

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più

Translate »