laltratunisia.it

Bacem Guizani, da Tunisi a Kairouan a piedi per ritrovare la tomba del padre

Bacem Guizani, 25 anni, di Kairouan, vive in Francia dall'età di due anni, dove i genitori sono emigrati per permettergli un futuro migliore. Il padre è scomparso cinque anni fa per un tumore. Questo viaggio sarà un modo per rendergli omaggio, raccogliere fondi per la lotta contro il tumore e produrre un documentario

711
3 minuti

« Cinque anni fa mio padre era in ospedale, gli ho promesso di andare a trovarlo quanto prima. Ma dopo due settimane e quattro giorni da questa promessa, ci ha lasciati, il 29 luglio 2017. Da quel momento, mi sono sentito in colpa per non aver potuto mantenere la parola data. Cinque anni dopo, mi sono ripromesso di andare a trovarlo, sulla sua tomba, durante una spedizione, da solo, da Tunisi a Kairouan, percorrendo più di 150 chilometri a piedi ». Bacem Guizani, 25 anni, vive a Toulon (Tolone) dall’età di due anni, quando i suoi genitori decisero di lasciare la Tunisia per potergli garantire un futuro migliore : l’idea era di restare in Francia finchè il figlio non avesse terminato gli studi, e poi sarebbero rientrati in Tunisia per godersi la pensione. Un progetto che non ha potuto vedere la luce : il padre di Bacem si è ammalato, e un tumore lo ha portato via a luglio 2017.

« Quando ho perso mio padre mi sono chiesto : qual è davvero il mio sogno ? Ho capito che non dovevo più perdere tempo. Vorrei diventare esploratore professionale : un ambito lontano da quello dei miei studi : ho un Master in Diritto degli Affari. La settimana dopo la sua morte è stata molto dura : da una parte questo rimpianto di non averlo salutato per l’ultima volta, dall’altra non volevo andare a trovarlo sulla sua tomba in quel momento, mi sembrava irrispettoso. Ho voluto prendere il tempo necessario : ora è arrivato il momento di partire ». Il viaggio, sponsorizzato da Terrebrune, partirà da Tunisi, per terminare a Kairouan, sua città natale, dove il padre è sepolto : « Tunisi è la città dove è nato mio zio, che è stato come un secondo padre per me. Questa spedizione è un modo per rendere omaggio a mio padre e per dirgli « Papà, ecco la persona che sono diventata ora . Durante questi giorni di cammino lancerò una raccolta fondi per la lotta contro il cancro ». Una tenda, un carrello per trasportare l’acqua, cibo e i vari strumenti e il viaggio ha inizio : il 15 agosto 2022 la nave che lo perterà in Tunisia e l’avventura prenderà il via.

Bacem Guizani durante una sua spedizione

Un viaggio che è anche una riscoperta del suo Paese d’origine, in cui non torna da diversi anni : « Mi dà l’impressione di essere in rovina e ciò fa male al cuore. E’ un Paese meraviglioso, e vorrei mostrare la sua bellezza a chi mi segue : incontro spesso persone che sono state in Tunisia, ma ne han visto solo le spiagge e il mare. Ma c’è molto di più : le spiagge non sono che il 10% del paesaggio, ci sono montagne, laghi, il deserto. Voglio presentare il mio Paese facendo vedere anche quest’altro aspetto. Il cielo tunisino poi è magico : non saprei in che altro modo descriverlo». La spedizione sarà anche l’occasione per realizzare un documentario e un libro e per monitorare il fenomeno del cambiamento climatico : « La Tunisia è stata colpita molto da questo fenomeno. Avrò con me gli strumenti adeguati per misurare non solo la temperatura, ma i vari aspetti, tenendo una sorta di diario di bordo. In questi ultimi anni ho trascorso il mio tempo anche a studiare da autodidatta sui libri, minerologia, fossili e altre materie scientifiche, la mia camera ormai è una biblioteca di scienze ! Quest’anno andrò alla facoltà universitaria di scienze per imparare ancora di più, seguendo i singoli corsi ».

E aggiunge : « Il mio sogno è di poter apportare dei contributi con questi viaggi, non viaggiare solo per il gusto di farlo. Tutte le esplorazioni hanno un obiettivo : in passato ad esempio ho raccolto fondi per un canile, questa volta sarà per la lotta contro il cancro. In questo viaggio, vorrei riuscire anche a visitare il parco nazionale di Bouhedma e andare a Tatouine e nella zona desertica ». Potete seguire Bacem in questo viaggio sul suo profilo instagram e canale you tube. Il link per la raccolta fondi sarà pubblicato sul suo profilo nei prossimi giorni.

© Riproduzione riservata

De l'autre côté de la Sainte Baume - Bacem Guizani

Sostieni il nostro progetto: basta un click!

INSERT_STEADY_CHECKOUT_HERE

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più