laltratunisia.it

Niente media e deputato in manette: apre il nuovo Parlamento tunisino

Il nuovo Parlamento riapre dopo quasi due anni di fermo, ma i media privati e stranieri non hanno potuto accedervi e un deputato è stato arrestato

379
< 1 minuto

Lunedì scorso, presso la sede del Parlamento tunisino, l’ARP, Assemblée des représentants du peuple, si è svolta la prima seduta dell’assemblea parlamentare uscita dalle recenti e contestate elezioni, scrive La Presse.

Ibrahim Bouderbala è stato eletto presidente della nuova Assemblea, e i parlamentari Saoussen Mabrouk e Anouar Marzouki, vicepresidenti.

La seduta di insediamento è stata, tuttavia, esclusa ai media privati.

Dopo quasi 20 mesi, riprendono i lavori presso l’assemblea legislativa e la giornata sancisce la fine del periodo di disposizioni eccezionali proclamato da Kaïs Saïed il 25 luglio 2021, scrive ancora il quotidiano La Presse.

Sciolto nel marzo 2022, il Parlamento riapre a regime ridotto: il numero di deputati scende da 217 a 161, e sette seggi sono ancora vacanti perché il voto in alcuni collegi della circoscrizione estero non ha avuto luogo per mancanza di candidati.

I nuovi rappresentanti istituzionali inviano messaggi di conciliazione ai vertici dello Stato e rassicurano gli stranieri residenti nel paese.

Proteste dai cronisti per il divieto, ai media privati, di prendere parte alla seduta: solo la televisione, la radio nazionale e l’agenzia Tunis-Afrique Presse, hanno potuto assistere all’inaugurazione; la decisione sarebbe stata comunicata all’ultimo momento e l’Unione nazionale dei giornalisti tunisini (Snjt) ha protestato, dice La Presse.

Da registrare anche un arresto in aula: il deputato Wajdi Ghaoui è stato escluso dalla plenaria, a causa di un mandato a suo carico. Secondo testimonianze raccolte dal quotidiano tunisino, la polizia avrebbe prelevato l’onorevole direttamente dall’assemblea.

© Riproduzione riservata

 

Sostieni il nostro lavoro, basta un click!

INSERT_STEADY_CHECKOUT_HERE

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più