laltratunisia.it

Tunisia: nel 2026 al via la linea ferroviaria Sousse – Kasserine

203
2 minuti

Il governatore di Kasserine, Ridha Rokbani, ha annunciato qualche giorno fa l’avvio della prima fase di riabilitazione della linea ferroviaria che collega Sousse a Kasserine. Il progetto prevede la costruzione di una nuova sezione e il ripristino dei viaggi è previsto per il 2026: lo riporta il quotidiano nazionale La Presse.

La linea ferroviaria Sousse-Kasserine, risalente al 1909, è stata originariamente progettata per la coltivazione della pianta di alfa. Tuttavia, dal 1969, il tratto che collega Kairouan fu interrotto a causa delle inondazioni, prima di essere completamente chiuso nel 1982 a seguito della costruzione della diga di Sidi Saâd.

Il progetto di restauro è stato programmato dal 2012. Secondo l’Istanza generale di partenariato pubblico-privato (Igppp), il fondo di bilancio allocato è stimato a 550 milioni di dinari, escluso il materiale rotabile. Studi preliminari di fattibilità tecnica ed efficacia sono stati completati dal giugno 2018 secondo l’Igppp. Secondo la stessa fonte, la Società nazionale delle ferrovie tunisine (Sncft) sta attualmente collaborando con il Ministero dei Trasporti per le studi di progettazione dettagliata, prima di lanciare un appalto per i lavori.

Veloce ed economicamente vantaggiosa, questa linea ferroviaria avrà sicuramente un impatto significativo sullo sviluppo delle attività economiche dell’intera regione del centro del paese. Potrebbe “collegare le miniere di fosfati di Sra Ouertane e Jadliane ai porti di Skhira, Sousse e al futuro porto ad acque profonde di Enfidha, servendo anche l’aeroporto di Enfidha e le zone industriali di Kairouan, Kasserine e Sidi Bouzid“, si legge nella scheda tecnica del progetto.

Questo progetto è solo una componente di un investimento enorme che la Tunisia sta facendo nel settore del trasporto ferroviario, che prevede persino uno studio sulla linea africana. La Sncft prevede la riabilitazione e il rinnovo di 600 km di linee ferroviarie, la maggior parte delle quali sono abbandonate e situate nell’entroterra del paese. Un insieme di 47 progetti infrastrutturali per un totale di investimenti stimati a 68 miliardi di dinari è già stato annunciato, e la maggior parte delle riforme sarà realizzata entro il 2040.

Ricordiamo che la Sncft gestisce già una rete di 23 linee con una lunghezza totale di 2.153 km, trasportando sia passeggeri che merci.

Articolo tradotto avvalendosi di ChatGPT 

© Riproduzione riservata 


Sostieni il nostro lavoro, basta un click!

INSERT_STEADY_CHECKOUT_HERE

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più

Translate »