laltratunisia.it

Sbeitla : dal 18 al 20 ottobre al via il convegno internazionale “Nadwet Limdina” dal titolo « L’uomo e le religioni »

Organizzato dall’Istituto di Studi Umanistici di Sbeitla-Università di Kairouan, il convegno mira ad aprire nuove prospettive per valorizzare le diversità religiose e favorire la convivenza di culture dialoganti.

263
2 minuti

II Convegno Internazionale “Nadwet Limdina” dal titolo “L’uomo e le Religioni”, organizzato dall’Istituto di Studi Umanistici di Sbeitla-Università di Kairouan, si terrà nei giorni 18, 19 e 20 ottobre 2022 presso il sito archeologico di Sbeitla e l’hotel Byzacène, nel cuore della Tunisia. A questo convegno parteciperanno ricercatori e studiosi di diversi Paesi: Tunisia, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Marocco, Algeria, Iraq e Italia. Il programma del Convegno sarà vario: durante l’evento saranno affrontati infatti i seguenti temi: il pluralismo religioso, la diversità tra scontro e integrazione, religione e libertà, religione e scienze umane, sfide del dialogo, le minoranze religiose nella società: aspetti culturali e giuridici.

L’obiettivo del Convegno è riunire ricercatori del mondo accademico, rappresentanti delle comunità religiose presenti in Tunisia, in Italia e in altri Paesi ed attivisti, per affrontare questa questione sotto vari punti di vista. Un convegno che mira ad aprire nuove prospettive per valorizzare le diversità religiose e favorire la convivenza di culture dialoganti. Al Convegno parteciperanno ricercatori e attivisti dall’Italia: Carmelo Russo, Dottore di Ricerca in Storia, Antropologia, Religioni (Università Sapienza di Roma) presenterà un intervento su : “Cape Town among Religious Superdiversity, Social Inequalities, and Experiences of Dialogue”, mentre la ricercatrice Marta Scialdone dell’Università Sapienza presenterà un intervento su “Bahà’ì in Bahrein: genesi e sviluppi della comunità attraverso le storie di vita”. Infine Chiara Cetrulo, che ha indagato su alcune pratiche di dialogo religioso tra Cristianesimo e Islam in terra mediorientale, parlerà di: “Un ponte di dialogo tra Islam e Cristianesimo: il monastero di Mār Mwsà al- Ḥabašī e la missione della comunità al – Ḫalīl.” Padre Silvio Moreno, archeologo, teologo e rettore della Cattedrale di Tunisi presenterà un intervento su: “la traduzione della Bibbia secondo Sant’Agostino”.

Il programma del convegno

Dalla Tunisia saranno presenti: Ibtissem Slimane, dottoranda (Università della Manouba) che parlerà di “Testimonianze di convivenza tra musulmani e cristiani a Palermo” e Rawia Baraket, dottoranda (Università della Manouba), che presenterà un intervento su : “ La diversità religiosa nella Sicilia normanna: i musulmani nel racconto del viaggio di «Ibn Giubair» . Nadia Basli (docente presso l’Istituto di Studi Umanistici di Sbeitla) presenterà un intervento su: “La loi de Talion entre rétorsion et pardon”, Mariem Boulaabi (Università di Kef) presenterà un intervento su: “Religion and the British Empire during the nineteenth century”, e Mohamed Chérif Marzougui presenterà un intervento su “ L’homme et son comportement religieux dans la Byzacène occidentale sous le Haut-Empire”. Sarà presente anche Saloua Bohli Mansouri membro di “Club di lettura e amicizia interreligiosa del Kef” che racconterà dell’incontro interreligioso fra donne tunisine provenienti dalla città tunisina di Kef e italiane a Roma. Parteciperà inoltre al Convegno anche Rawdha Seibi, segretaria generale dell’Associazione Tunisina di Sostegno alle Minoranze (ATSM), che interverrà su: “La situazione delle minoranze religiose in Tunisia”.

Laura Mazza, Segretario del Parlamento del Mediterraneo, Consigliere diplomatico del Movimento Uniti per Unire presenterà un intervento su: La vocazione interreligiosa e interculturale del Mediterraneo. E Christelle Ollandet, presidente del Human Rights Parliament, Ambasciatrice della Pace nel Mondo, il suo intervento sul tema dell’importanza dell’educazione nella comunità religiosa.

Mercoledì 19 ottobre alle ore 20:00 presso la sala conferenze dell’ Hotel byzacène sarà proiettato il docu-film “Siciliani d’Africa. Tunisia terra promessa”, prodotto da Alfonso Campisi, con la regia di Marcello Bivona. La proiezione del film sarà seguita da un dibattito.

© Riproduzione riservata

Sostieni il nostro lavoro, basta un click!

INSERT_STEADY_CHECKOUT_HERE

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più