laltratunisia.it

Dwida mfawra, la pasta dalle origini tunisine e algerine

Da noi si chiama vermicelli o capelli d'angelo. La versione tunisina più conosciuta è quella al pollo, che vi proponiamo qui di seguito.

627
2 minuti

La dwida mfawra è un piatto che fa parte delle origini tunisine e algerine e che associa l’eredità turca a quella berbera. Originaria della città algerina di Jijel, inizialmente, la pasta veniva fatta a mano, ma con il tempo venne sostituita da quella pronta in commercio, che chiamiamo vermicelli o capelli d’angelo. La cottura al vapore venne introdotta dai tunisini, che pensarono di economizzare facendo cuocere il piatto in un’unica pentola, quale la couscoussiera. La dwida mfawra la possiamo trovare spesso nei matrimoni, vista la facilità di cottura in grandi quantità. Alcuni la preparano durante il nuovo anno musulmano. Quella più conosciuta è sicuramente la dwida mfawra bil djèj, ossia vermicelli al pollo. Ma si può fare anche con l’agnello o il manzo. A noi piace quella al pollo ed è la ricetta che vi propongo oggi.

Ingredienti:
– 500 g di vermicelli (cheveux d’ange)
– 4 cosce di pollo
– 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
– 1 cucchiaio di harissa
– 1 cucchiaio di tebel karweya
– 1 cucchiaio di curcuma
– 3 spicchi di aglio tritati
– 4 foglie di alloro
– una cipolla
– 3 patate
– 3 carote
– una manciata di ceci
– olio di oliva
– sale e pepe

Procedimento:
Nella parte bassa della couscoussiera, scaldate l’olio di oliva e rosolate la cipolla, l’aglio e le cosce di pollo. Aggiungete il concentrato di pomodoro e le spezie e rosolate per cinque minuti. Aggiungete mezzo litro di acqua calda. Aggiungete i ceci, le patate tagliate in due, le carote e le foglie di alloro. Lasciate cuocere per altri cinque minuti e poi aggiungete un litro di acqua.
Nel frattempo che la salsa cuoce, mettete i vermicelli nella parte alta della couscoussiera, mescolate con due cucchiai d’olio, facendo attenzione di impregnare bene tutti i vermicelli. Mettete sulla parte bassa della couscoussiera, chiudete con il coperchio e cucinate per venti minuti.
Versate due mestoli di salsa sui vermicelli, mescolate e cuocete per altri trenta minuti. Aggiungete dell’acqua alla salsa se dovesse essere troppo densa. Passata la mezz’ora, mettete i veemicelli in una pirofila, versate sopra il resto della salsa (se ne avete troppa, non affogateli dentro, ma regolatevi) e cuocete dieci minuti in forno. Decorate con il pollo e le verdure e servite caldo.

Buon appetito !

© Riproduzione riservata

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più