laltratunisia.it

Per fare all’amore, bisogna lavorare?

Pubblichiamo un breve racconto di Andrea Negri

732
2 minuti

Pubblichiamo un breve racconto di Andrea Negri

Cammina scalza sulla sabbia. Le gambe ormai nodose nude, il petto rinsecchito ballonzola sotto la canottiera violetta. La brezza cancella dietro di lei le orme leggere sulla sabbia. Era una mattina come quella che il ragazzo l’aveva fermata proprio al limitare dell’onda che sfumava sulla spiaggia deserta. Era giovane, palestrato, bellissimo, le era sembrato . E gentile. Sapeva ben usare le parole della sua lingua. E lei ne fu subito ammaliata. Camminavano a fianco quando lui,quasi timidamente, le sfiorò la mano. Un brivido la attraversò tutta ma insieme il ricordo, spiacevole, della carne flaccida dell’ex marito, il suo pedante modo di parlare. Gli argomenti: l’andamento della borsa ed il galoppare dell’ inflazione stridevano, come in un incubo con la parlata armoniosa del giovane che sapeva anche farla sorridere. Era molto tempo che non lo faceva! Separarsi da colui che, per oltre 30 anni aveva occupato il suo letto, le sue giornate, la sua testa, un tedio mortale! Le era costato grandi sforzi e ne era uscita come prosciugata.

Avevano cominciato a vedersi di nascosto, con mille accortezze, nella piccola e graziosa casa di lei. Gli preparava mangiarini ripescati nella memoria profonda, passava del tempo a guardarlo incantata ma, quando lui, con i suoi muscoli guizzanti la spingeva dolcemente verso il letto, lei non si ritraeva. Dopo si sentiva più bella, come ringiovanita, una ragazza ancora desiderabile! Lo colmava di attenzioni, un po’ materne, un po’ da vera amante. Lui era sempre carino, per carità, ma aveva sempre una scusa per chiedere soldi. Mai per lui, per un vecchio genitore, una sorella ammalata, solo qualche volta per un pantalone nuovo per sé, un paio di scarpe da ginnastica di marca. Per essere più elegante per lei- diceva-. Una volta si presentava con un fiore, un’altra con un biscotto speciale che faceva la nonna per lui.

Lei cominciava a fare progetti per il loro futuro: viaggi, vacanze insieme, una nuova vita. Lui, prima dichiarava di non voler altro dalla vita, ma ogni volta, dopo aver consumato, prima dell’alba sgusciava sempre via e non c’era modo di vedersi durante il giorno, prendere un caffè in pubblico, farsi vedere, magari dalle amiche, con quella meraviglia al braccio. Nella bramosia di interpretare questa situazione, aveva deciso che gli avrebbe cercato un lavoro, così , tutti e due avrebbero avuto la dignità sociale di presentarsi in pubblico insieme.

A questa nuova ed inattesa proposta lui restò, prima indifferente, poi vagamente seccato. Ecchediamine ! Che novità era questa! C’era bisogno di lavorare per fare del sesso insieme!! Intanto sulla spiaggia il vento si è taciuto, il mare piatto, il sole splende, ormai alto nel cielo. Lei ha deciso. Non gli aprirà più la porta di casa, né la porta del suo cuore! È un buon inizio di Anno Nuovo! Esclama a voce alta.

© Riproduzione riservata

Casella dei commenti di Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accettare Leggi di più